ID pacchetto: 356

CARMEN GEORGES BIZET

Scopri l'Arena di Verona con l'opera Carmen di Georges Bizet e goditi questa atmosfera unica sotto un cielo di stelle. Un'esperienza unica per tutti i fan dell'opera.
Informazioni su questa esperienza
Durata ca. 4 ore
Da giugno a settembre secondo il programma attuale
Arena di Verona
  • è vietato di portare bottiglie in vetro e bibite in lattin
  • è vietato di mangiare e/o bere sui posti numerati
  • Un abbigliamento adeguato sui posti numerati è consigliato e sui posti numerati nel settore gold obbligatorio
  • In caso di brutto tempo l'orario del inizio viene spostato
  • In caso di forte pioggia durante l'opera lo spettacolo viene interrotto e un rimborso spese non è più possibile
  • Se l'opera viene interrotta prima del inizio un rimborso del ticket viene effettuato direttamente dal Arena di Verona

L' esperienza:

Cosa ti attende
  • Un opera sotto il cielo stellato nel Arena di Verona
Descrizione completa
ATTO I: Ci troviamo in una piazza di Siviglia. Moralès, e un gruppo di dragoni, sono colpiti dalla giovane Micaela, arrivata dalla campagna alla ricerca del brigadiere Don José. La donna si allontana e al suo arrivo, il brigadiere viene informato da Moralès di Micaela. All’ora della pausa, le sigaraie escono dalla fabbrica, ma José non mostra interesse per loro perché ama Micaela e ha promesso alla madre di sposarla. Tutti gli uomini aspettano Carmen, le si stringono intorno; ma lei ha occhi solo per José e gli lancia un fiore.La reazione de brigadiere è di turbamento e nasconde il fiore sotto la giacca. Micaela, tornata in piazza, gli consegna una lettera della madre e lo bacia castamente prima di andarsene. Scoppia una rissa tra le sigaraie e Carmen, la più aggressiva, viene arrestata da Zuniga, che ordina a José di portarla in prigione. Rimasta sola con il brigadiere, Carmen dà inizio alla sua opera di seduzione: gli promette amore in cambio della libertà. José, ormai sedotto, l’aiuta a fuggire. ATTO II: Carmen attende il ritorno di Don José, incarcerato perché colpevole di averla fatta fuggire. Escamillo rivolge a Carmen parole galanti, ma viene respinto. Torna José, uscito di pigione, intanto Attila, addormentato nella propria tenda, quando si sveglia narra allo scudiero Uldino un sogno: giunto alle porte di Roma, è fermato da un vecchio canuto che gli impone di arretrare di fronte alla terra di Dio. Il tenente Zuniga ordina a Josè di rientrare, lui si ribella e scoppia una rissa. I contrabbandieri li separano e l’uomo si unisce a Carmen e ai fuorilegge disertando l’esercito. ATTO III: José si accorge che il rapporto con Carmen non è più quello di un tempo. Intanto Micaela raggiunge il campo dei contrabbandieri in cerca di José, ma scappa quando lo vede con Escamillo. Geloso del rivale, José sfida a duello il torero, ma viene fermato dagli zingari che trovano Micaela nascosta tra le rocce che riferisce a José che la madre è in punto di morte; l’uomo accetta di seguirla, ma prima di andare via minaccia Carmen, della quale è follemente innamorato. ATTO IV: Di fronte all’arena di Siviglia la folla acclama il corteo dei toreri e tra la folla c’è Carmen che ora è innamorata di Escamillo. Mercedes e Frasquita la avvertono che Josè è nelle vicinanze; l’uomo si avvicina per parlarle ma le sue suppliche sono inutili, la donna lo respinge e, in segno di disprezzo, si sfila l’anello che le ha donato e glielo getta addosso. Disperato e accecato dall’ira per essere stato rifiutato, uccide la donna con una pugnalata, poi si costituisce ai gendarmi mentre la folla festeggia la vittoria di Escamillo.
Include
  • Un biglietto d'en nel Arena di Verona
Non include
  • Transfer per l'Arena
  • Bibite
  • Snack

A partire da €0,00 a persona

Potrebbero interessarti anche